,

Il «recupero crediti» mantiene saldi i servizi senza rialzi delle imposte

Sonia Dallo Profilo

È stata quella che potremmo definire una una campagna di «recupero crediti» a permettere all’amministrazione comunale di Calcinato di confezionare un bilancio di previsione (verrà presentato ai cittadini domani sera alle 20,30 dopo l’approvazione del consiglio comunale) che non prevede aumenti del prelievo fiscale mantendendo inalterati i servizi.

L’ente locale ci è riuscito trovando circa 200 mila euro. «È difficile individuare soluzioni indolori – commenta l’assessore alla partita Giacomo Savolti -. Le voci di entrata più importanti sono l’Imu e l’addizionale Irpef, che insieme garantiscono oltre il 40% delle entrate totali su una parte corrente di 8.908.000 euro.